Mochizuki Mikiya è il mangaka creatore di Ken Falco.

 

mochizuki mikiya e caterina rocchi

 

Dallo scorso aprile Caterina Rocchi pubblica le sue tavole manga nella rivista Daimoku-roku, ospite di una rubrica curata dal Maestro Mochizuki.

Un lavoro a quattro mani, quindi, nel quale possiamo dire che i ruoli vengono stravolti, dal momento che Mochizuki scrive e Caterina disegna, sottoponendo le sue tavole alla revisione severa, molto severa, di questo Maestro del manga dalla personalità assolutamente affascinante.

Immaginate un signore di 77 anni agile e snello, vestito con giubbotto di pelle, stivaletti e guanti da pilota, appassionato di motori (Mochizuki È Ken Falco!) dallo sguardo vivace e curioso e un sorriso pieno di gioia di vivere: parlare con lui, ascoltare i racconti dei suoi incontri, gli aneddoti della sua lunga carriera, non basta mai.

Mochizuki Mikiya non ha potuto essere presente a Lucca Comics, ma non ci siamo arresi: in sala Incontri proietteremo l’intervista che abbiamo registrato a Tokyo, commentata da Caterina che ci racconterà cosa significa lavorare per una casa editrice giapponese e con un Mangaka. In tutto questo saremo supportati dagli amici di Orgoglio Nerd che guideranno l’incontro.

 

Mochizuki Mikiya
Debutta nel 1960  nel’edizione speciale di “Boys Club”, edito da Kodansha, e comincia a lavorare come assistente per Tatsuo Yoshida, che lo vuole con sé nella casa di produzione che fonda insieme ai fratelli, la Tatsunoko Production, che ha prodotto serie animate famose anche in Italia, come Superauto Match 5, Judo Boy, Il Mago Pancione Etcì. In Italia è famoso per essere l’autore della serie animata Falco il Superbolide”, prodotta da Toei animation.  Oltre a Falco il Superbolide Mochizuki Mikiya in Giappone è  famoso non solo per  “Wild 7”, una serie continuata per 11 anni e trasformata poi in anime e successivamente in fiction e poi in film, ma anche per aver pubblicato moltissime serie manga con Shueisha, Shogakukan e Kodansha. Tra i suoi assistenti troviamo nomi come Makoto Kobayashi (in Italia: Mobile Suit Zeta Gundam),Tsuchiyama Shigeru (Ufo Diapolon, guerriero spaziale) e molti mangaka famosi.

Attualmente pubblica nella web magazine Katana la serie W7, sequel di Wild 7. 

 

ken falco mochizuki

NOTA:

Questo articolo è stato scritto nell’ottobre 2015. Pochi mesi dopo le condizioni di Mochizuki Sensei si sono aggravate con l’esito che tutti sappiamo.

Conserviamo di lui un grande ricordo.

Ecco il link all’intervista