Pubblicare Manga in Giappone si può e Caterina ce lo ha dimostrato

Giugno 2015

Quando 7 anni fa abbiamo messo piede in Giappone per la prima volta, Caterina era entusiasta. Era finalmente nel Paese che aveva sempre visto negli anime e di cui sapeva moltissime cose grazie… 

leggi tutto

ai manga che leggeva. Sì, il Giappone era davvero un bel posto, e passammo i nostri primi due mesi a Tokyo come in un sogno. Tornandoci ogni anno ci siamo potute calare nella vita e nella realtà nipponica. Il Giappone è comunque un luogo particolare, ma con il tempo ci siamo rese conto che non è certo quel «Luna Park» che appare agli occhi di chi lo visita per la prima volta. Come in ogni altro Paese ci sono problemi e difficoltà da superare, come la lingua e la cultura. I loro usi e costumi sono molto diversi dai nostri, ed è necessario rispettarli profondamente per riuscire ad essere accettati. Poi c’è l’afoso caldo estivo (per nulla paragonabile al nostro) e, per finire, ci sono insegnanti di manga bravi e meno bravi. Non sempre le scuole frequentate mantenevano le promesse fatte e non è per nulla piacevole perdere tempo e soldi a 10.000 chilometri da casa. Fortunatamente la magica città di Tokyo, dopo varie ricerche, ci ha fatto incontrare di nuovo uno dei primi maestri con cui abbiamo studiato, Matsuda Sensei, che da quel giorno non abbiamo più abbandonato. Negli anni Caterina ha continuato la sua preparazione a Yokohama Manga Kyoshitsu, perfezionando la sua tecnica ed entrando in contatto con molti mangaka ed editori giapponesi. Da oggi tutto questo ha un significato diverso. Le tavole manga di Caterina vengono pubblicate ogni 2 settimane su una rivista online in Giappone per la quale il suo Maestro, Mikiya Mochizuki, cura anche una rubrica di gastronomia: Caterina è una food-blogger in versione manga, quindi. In Italia non sono ancora conosciuti, ma i manga-gourmet stanno godendo di una enorme popolarità in Giappone. Alcuni riterranno che questa novità non significhi molto, ma noi di Lucca Manga School siamo fiduciosi che l’opportunità offerta a Caterina sia molto importante per tutti gli studiosi della tecnica manga in Italia. I giapponesi sono persone estremamente riservate che si muovono con cautela e si prendono molto tempo per valutare tutte le alternative, e riuscire a entrarvi in contatto richiede pazienza e capacità di saper leggere tra le righe. Per questo, anche se per molti la pubblicazione di tavole su una rivista online  può sembrare un magro risultato, noi siamo convinti si tratti del primo passo necessario per dimostrare le capacità di Caterina in un ambito editoriale e portarla verso la realizzazione del suo sogno di vedere le proprie storie stampate su una rivista di manga giapponese. Perciò, forza Caterina siamo tutti con te! Tra poche settimane la nostra fondatrice ritornerà in Italia per tenere i corsi di Agosto e poi ripartirà per Tokyo. Se vuoi conoscerla e scoprire qualche particolare in più sulla sua esperienza, puoi trovare tutti i dettagli dei corsi qui.

Argomenti dei corsi

Tecnica Manga
Uso del pennino
Effetti Beta e Tsuyabeta
Effetti luce
Disegnare linee ad effetto
Disegnare un effetto sonoro
Uso del bianco
Tecnica della retinatura
Disegnare una copertina
Disegno a pagina doppia

Applicazione della tecnica
Camera work
Disegnare animali
Tecniche di colorazione
Tecniche artistiche classiche
Disegnare una caricatura

 

Sfondi
Disegnare edifici
Disegnare la natura
Disegnare auto
Prospettiva a uno, due e tre punti

Disegnare una persona
Disegnare il corpo
Differenza tra uomo e donna
Disegnare un corpo in movimento
Disegnare un volto
Disegnare la mano
Disegnare gambe e piedi
Disegnare le varie età di una persona

 

Creazione del personaggio
Teoria
Creare il proprio personaggio
Espressioni del volto
Movimento del personaggio
Disegnare gli abiti
Caratterizzazione del personaggio

Creare una storia
La trama: linee guida
Creare dialoghi
Creare un name note
Sceneggiatura avanzata
Come dare inizio ad un capitolo
Come sviluppare un capitolo
Come terminare un capitolo
Yonkoma